Per gli altri organizzare i viaggi in India è solo un lavoro; per me, è come una poesia scritta con il cuore !
Kesar Singh - www.miepoesie.com

Catalogo Viaggindia

Catalogo viaggi in India, catalogo Nepal, catalogo Bhutan :- Viaggindia tour operator specializzato per i viaggi in India, Nepal e Bhutan presenta il nuovo catalogo...

Informazioni Ahmedabad

Ahmedabad (o Ahmadabad; talvolta chiamata con il vecchio nome di Karnavati, oppure Amdavad in una forma colloquiale della lingua gujarati) è una città dell’India di 3.515.361 abitanti, capoluogo del distretto di Ahmedabad, nello stato federato del Gujarat.
Ahmedabad fu fondata da Ahmed Shah I nel 1411 come capitale del suo sultanato costruendo una massiccia cittadella in pietra rossa, Bhadra; intorno a questa si sviluppò via via la città.
Informazioni Ahmedabad - Gujarat, India Gran parte delle antiche mura cittadine – che vantavano 12 portali d’ingresso e 139 torri – sono andate distrutte, ma fortunatamente molti sono i monumenti ancora presenti e alcuni di essi offrono esempi unici e magnifici di architettura indo-islamica.
La cittadella vera e propria, Bhadra, formava un rettangolo lungo il fiume, oggi tra il Ponte Nerhu e il Ponte Ellis. Una stretta strada collegava il palazzo fortificato di Ahmed Shah col centro della città. Sul lato est trovate il Palazzo, oggi Ufficio postale. La moschea di Sidi Sayid, del 1570, era integrata nelle mura nell’angolo nord-orientale ma oggi sorge isolata. Celebri le magnifiche finestre in pietra scolpita che compongono i rami di un albero, ma anche gli eroi e gli animali della mitolgia locale che gli artigiani hindù poterono immortalare sulla moschea, che fu costruita poco dopo la definitiva annessione del Gujarat all’impero di Akbar il Grande.
La zona antica della città attorno alla cittadella è suddivisa in gruppi di antichi edifici che quasi formano quartieri a sé stanti, i Pol, ed è ancora affascinante perdersi per le sue stradine, dove enormi portali in legno danno accesso a stretti vicoli sui quali si affacciano le antiche Havelis con magnifiche decorazioni nelle quali abitavano comunità dedite alle stesse occupazioni: mercanti, intagliatori, stampatori o gioiellieri: ogni categoria aveva il proprio Pol completo di strade, case e piazze. La Jami Masjid, la moschea principale di Ahmed Shah terminata nel 1423, è uno dei capolavori dello stile Gujarati e una delle più belle dell’India intera. Nei pressi della stazione ferroviaria si trovano i minareti di Sidi Bashir poi alcune altre moschee (Hasan Muhammad Chishti e la Rani Rupmati Masjid) finemente decorate in stile hindù e islamico. Per gli appassionati di tessuti e artigianato locale poi è imperdibile il Museo dei Tessuti Calicò: le guide vi illustreranno un’incredibile varietà di stoffe tessute a mano, ricamate, ikat, bandhani, il tutto proveniente dalla collezione dei Sarabhai, famiglia di magnati del settore, una delle più preziose collezioni di tessuti del mondo. Si trova in una bella haveli, i palazzi dei più ricchi commercianti, nei giardini Shahi Bagh a circa 3 Km. a Nord dal Delhi Gate.
Un pò di più dell’Ahmedabad, i suoi monumenti e le informazioni utili :-
Ahmedabad ha sempre alternato grandi momenti di splendore a periodi di inesorabile declino. Fu fondata nel 1411 da Ahmed Shah ( da cui prese il nome) e già nel XVII secolo acquistò fa di essere una delle città più belle dell’India.
I MONUMENTI DA VISITARE AD AHMEDABAD :-
Bhadra Fort fu costruito nel 1411 dal fondatore Ahmed Shah e più tardi chiamato con il nome della Dea Bhadra, un’incarnazione di Dea Kali, al momento trasferito come ufficio governativo per cui vi serve il permesso di salire sul tetto per godersi la vista dall’alto sulle vie circostanti.
Jama Masjid fu costuita nel 1423 da Ahmed Shah. Sebbene le 260 colonne che sostengono il tetto siano ancora in piedi, i due minareti furono spezzati a metà da un violento terremoto nel 1819 e poi difinitivamente distuitti da un’altro sisma nel 1957.
La tomba di Ahmed Shah fu costruita poco dopo la morte del sovrano nel 1442.
La moschea di Ahmed Shah è una delle moschee più antiche della città.
I baoli – Pozzi a gradini :
Dada Hari Wav fu costruito nel 1501 da una delle donne dell’harem del sultano Begara, presenta una serie di gradini che scendono verso varie piattaforme più basse per poi terminare a un piccolo pozzo ottagonale.

SPECIALE

Viaggio per la Festa dei colori HOLI...

VIAGGIO IN INDIA PER LA FESTA DEI COLORI HOLI | Partenza confermata da Milano | Dal 25 Marzo al 06 Aprile 2021, BASE 15/20 persone € 1.370,00 PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA : € 470 » Volo diretto Air India...

Seguici